Studente morto in gita a Milano: il dramma ricorda Domenico Maurantonio

È di nuovo dramma per la città di Milano: le ultime notizie riguardano uno studente morto in gita scolastica, con una storia molto simile a quella del giovane padovano, Domenico Maurantonio, morto il 10 maggio scorso.

Lo studente morto in gita a Milano, 17 anni, era originario di Cecina e come Domenico si trovava in gita scolastica per visitare Expo, evento internazionale su cibo ed alimentazione che in questi mesi si tiene nel capoluogo lombardo. Elia Barbetti, questo il nome del ragazzo, si trovava in gita con i suoi compagni di scuola ed alloggiava presso l’hotel Camplus Living Turro, in via Stamira d’Ancona, a Milano.

Studente morto in gitaSecondo le primissime indagini della Polizia di Stato, sembrerebbe che il giovane, il cui cadavere è stato ritrovato giovedì mattina da un vigilante che passava da quella zona e che ha immediatamente avvisato i carabinieri, sia caduto per motivi accidentali. Si sarebbe infatti sporto dalla finestra un po’ troppo e poi, a causa di un malore, sarebbe precipitato.

Ma c’è di più: mentre nel caso di Domenico i compagni di scuola si sono subito tenuti lontano da ogni dichiarazione, tre compagni di classe di Elia hanno ammesso di aver bevuto alcol e di aver fumato marijuana. Il ragazzo è precipitato intorno alle 3 di notte, orario in cui gli altri ragazzi erano già in camera.

Spetterà agli inquirenti stabilire modalità e motivazioni di questa caduta che, come quella capitata a Domenico, è stata fatale anche per il giovane Elia.

Recommended For You

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi