Rischi vita in città, ecco il nuovo studio

Rischi vita in città: una nuova ricerca portata avanti dagli esperti HealthCity Think Tank ha evidenziato come la vita in città – ovvero vivere nelle aree urbane – possa comportare non solo dei vantaggi, ma anche dei problemi importanti dal punto di vista della salute.

Rischi vita in cittàNella ricerca, coordinata da Andrea Lenzi, è emerso infatti che se è vero che da un lato circa il 70% delle persone andranno a vivere nelle aree urbane, con tutto ciò che di positivo ne consegue (maggiore libertà negli spostamenti, migliori servizi), dall’altro lato questa nuova tendenza potrebbe essere dannosa per la salute di chi vive nei contesti urbani.

Per questo motivo è stato messo a punto un manifesto, una sorta di linea guida che si intitola “La Salute nelle città: bene comune”, e che ha l’obiettivo di studiare le caratteristiche sociali, politiche ed economiche, ma anche dal punto di vista della salute, delle persone che vivono nei contesti urbani.

Vivere in città rappresenta un motivo di benessere ma anche un rischio: molte patologie potrebbero essere determinate da una vita eccessivamente sedentaria, e ciò aumenta soprattutto a causa della configurazione attuale delle città che non conferisce buone opportunità per migliorare la propria salute. Secondo l’autore e coordinatore della ricerca, è quindi molto importante modificare questi aspetti per cercare di restituire alla popolazione ciò che merita.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi