Proteggere animali da botti: come comportarsi

Proteggere animali da botti: cosa fare? Siamo ormai prossimi alla vigilia di Capodanno e, anche se per molti decenni il metodo più utilizzato per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo è quello di sparare botti e fuochi d’artificio, negli ultimi anni questa abitudine sembra sempre più prossima a lasciar spazio ad altre abitudini, come ad esempio quella di lanciare le lanterne cinesi su per il cielo: un’abitudine, questa, che sta sostituendo la precedente soprattutto per lasciar spazio alla serenità degli animali, sempre più spaventati dai botti di Capodanno.

Proteggere animali da bottiMolte città italiane stanno infatti modificando le loro stesse leggi: in diverse città, infatti, i botti di Capodanno sono vietati, proprio per evitare che i cani randagi e gli animali che vivono per strada possano rimanere feriti o che, per paura, possano avere un infarto.

Ma come comportarsi con gli animali domestici? Se nella nostra città i petardi non sono vietati, è possibile proteggere comunque i nostri cari amici a quattro zampe attuando comportamenti preventivi, per evitare che, soprattutto i più anziani, possano andare incontro a problemi di salute.

La scelta migliore sarebbe quella di non lasciare gli animali da soli in casa: infatti, la nostra presenza nel momento in cui botti e petardi vengono sparati li può aiutare a stare più tranquilli, evitando così che, spaventandosi, possano farsi del male involontariamente o possano avere problemi di salute importanti.

Un’idea interessante e consigliata per gli animali più impauriti è quella di somministrare dei calmanti naturali, magari omeopatici, ancor meglio se qualche giorno prima dell’evento.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi