Parenti vittime Rigopiano raggiungono hotel del disastro

Parenti vittime RIgopiano salgono fino all’hotel. Sono tornati a Rigopiano – frazione del comune di Farindola – dopo ben quarantatrè giorni di attesa, i parenti delle vittime della slavina che, mercoledì 18 gennaio scorso, ha colpito e travolto l’Hotel di lusso, il Gran Sasso Resort, uccidendo 29 persone. Sono stati quarantatrè giorni di attesa, giorni difficili per tutte le famiglie delle vittime che ormai possono solo fare la conta dei danni: c’è chi ha perso il figlio, chi il fidanzato, ma c’è anche chi ha perso ogni speranza in quell’Hotel, che ormai non è altro che un cumulo di macerie inghiottite da quella slavina mortale.

Parenti vittime RigopianoSono stati scortati dalle forze dell’ordine i parenti delle vittime di Rigopiano: sono saliti qualche giorno fa, percorrendo, con la loro auto, la stessa strada che avevano percorso anche i loro parenti prima del disastro, prima della tragedia. Molti di loro sono saliti per riprendere le automobili che erano appartenute ai loro cari, ma qualcuno ha anche portato un fiore, un omaggio per quelle vittime che si sarebbero potute salvare.

Secondo molti, infatti, la tragedia si sarebbe potuta evitare. Oggi il Rigopiano non è più lo stesso, ed è molto difficile che, un giorno, l’ombra della tragedia possa lasciare spazio a nuovi sentimenti.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi