Orecchie otturate: tutti i perché

Poche cose sono fastidiose come la sensazione data dalle orecchie otturate. A chi non è capitato di trovarsi a contrastare quella sensazione di annebbiamento che dà l’improvviso attenuarsi dell’udito? Ma perché succede e come è possibile risolvere il problema delle orecchie tappate? Sul web è possibile trovare diversi suggerimenti utili, anche il portale donnafemmiline.it offre alcuni pratici consigli per affrontare il problema.

Orecchie otturate perché succede

orecchie otturateChe sia estate o inverno può capitare, anche all’improvviso, di ritrovarsi con le orecchie del tutto o parzialmente otturate. La riemersione dopo un tuffo un po’ più profondo, le fasi di decollo e atterraggio dell’aereo, un raffreddore forte: ecco solo alcune delle possibili cause che danno vita a questo fenomeno.

Scientificamente questo disturbo è detto pienezza auricolare e, il più delle volte, non deve destare eccessiva preoccupazione, anche perché si conferma essere molto passeggero. Nel caso in cui, invece, non sparisse e si accompagnasse a dolori persistenti e perdita temporanea dell’udito è opportuno consultare uno specialista.

I sintomi del disturbo

È davvero facile riconoscere questo particolare disturbo. Ci si ritrova all’improvviso in una sorta di bolla d’acqua. Tutti i rumori e i suoni sono attutiti e la percezione che se ne ha è la stessa di un’immersione. Il fastidio è proporzionale alla durata e all’intensità del fenomeno. Di solito passa in poco tempo, semplicemente soffiando il naso o inclinando il capo per favorire l’uscita dell’acqua dall’orecchio, nel caso di ripetute immersioni.

Scopriamo insieme le cause

Ma cosa genera questo fenomeno? Come detto, le ragioni possono essere diverse. La prima cosa da tenere sotto controllo è il cerume. Un accumulo eccessivo, infatti, può essere alla base della manifestazione di questo problema. Si tratta di un vero e proprio tappo di cerume che viene eliminato rapidamente dall’otorino con una profonda pulizia dell’orecchio. Nuoto, doccia, tuffi possono essere tutte ragioni di un effetto bolla d’acqua.

Di solito svanisce rapidamente ma è bene sapere che, in caso di immersioni particolarmente profonde, si rischia di danneggiare la struttura interna dell’orecchio. Anche in questo caso si tratta, di solito, di un danno temporale, ma in alcuni casi può essere qualcosa di più serio. Come evitare che accada? È possibile indossare dei tappi per le orecchie ad hoc che tutelano le membrane interne dell’orecchio non interferendo minimamente con l’attività fisica.

Quando preoccuparsi

Le orecchie tappate, però, possono essere spie di problemi ben più seri. Quando non va sottovalutato il fenomeno? Quando si manifesta in maniera persistente e dolorosa. È consigliabile un controllo presso uno specialista per escludere i rischi peggiori.

La sensazione di avere le orecchie otturate, infatti, può essere spia di un tumore o della sindrome di Meniere. In altri casi, invece, appare in coincidenza di una possibile crescita ossea nelle orecchie. Per scongiurare rischi e inutili preoccupazioni è, quindi, opportuno fissare quanto prima un appuntamento con il proprio specialista di fiducia.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi