Indagini corruzione a Savona: arrestate sei persone per corruzione

Indagini corruzione a Savona. Sono stati scoperti ed arrestati un poliziotto ed anche due persone che lavoravano come funzionari nel Ministero dell’Interno: l’accusa – giunta questa mattina a Savona – è di corruzione, in quanto, secondo le indagini svolte negli ultimi mesi anche con controlli incrociati che ne hanno permesso la validazione, i tre uomini sarebbero colpevoli di aver ceduto alla tentazione di approfittare di laute ricompense in cambio di favori molto importanti.

Indagini corruzione a SavonaTra le pratiche che i tre uomini rendevano possibili, grazie proprio a queste ricompense – ovvero, denaro e principalmente regali, come ad esempio viaggi, ma anche ricariche telefoniche, cene pagate, visite mediche – figurano anche facili rilasci di permessi di soggiorno, cambio di cognome, ed anche la riduzione dei giorni di sospensione della patente dopo adeguata pena riconosciuta ad automobilisti disonesti. Sono inoltre stati arrestati anche un marocchino, una donna italiana ed un albanese, per le stesse accuse, tra cui figurano tuttavia anche accuse ancora più pesanti, come ad esempio favoreggiamento della prostituzione.

Solo la persona di origini marocchine ed il poliziotto sono adesso in carcere, mentre i due funzionari del Ministero si trovano agli arresti domiciliari, esattamente come la donna. Si continua ad indagare anche sulla scia delle accuse per lo sfruttamento della prostituzione.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi