Inchiesta Manageritalia, scuola italiana bocciata

È stata da poco effettuata l’inchiesta Manageritalia, indagine effettuata da AstraRicerche in cui è emerso un dato significativo ed importante: secondo le ultime stime, un campione di 1200 dirigenti e manager del settore privato ha bocciato la scuola italiana perché non abbastanza formativa.

Inchiesta ManageritaliaI manager e i dirigenti intervistati hanno infatti dichiarato che la scuola italiana non è in grado, allo stato attuale dei fatti, di formare correttamente i suoi studenti e di trasmettere delle competenze davvero interessanti: a sostenere questa tesi è il 40% degli intervistati, i quali hanno dichiarato che la scuola non è capace di formare in maniera valida e costruttiva i giovani. Secondo i manager intervistati, una volta entrati nel mondo del lavoro, gli ex studenti si ritrovano spiazzati perché non hanno ricevuto una adeguata preparazione per quel che riguarda le competenze richieste nel settore relazionale e decisionale.

Insufficienti, quindi, sia le competenze relazionali e manageriali, sia quelle linguistiche e quelle relative alla cultura generale, ma anche (paradossalmente) le competenze che riguardano la cultura digitale.

I dati che emergono dall’inchiesta Manageritalia fanno discutere, ma i manager intervistati dichiarano di avere qualche soluzione in mano: ai giovani, essi consigliano di svolgere piccoli lavori anche durante il percorso scolastico, e di studiare all’estero, dove è possibile anche entrare in contatto con culture e lingue differenti ed ampliare il proprio bagaglio di esperienze e competenze.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi