Genova ponte Morandi: ci furono allarmi non presi in considerazione

Genova Ponte Morandi: documenti attesterebbero che ci sarebbero state segnalazioni di precarietà strutturale non prese in considerazione. Ecco quali sono state le situazioni che ad oggi creano ancora preoccupazione

Tragedia ponte GenovaLa grave tragedia che si è verificata a Genova ha lasciato tutti nello stupore, in quanto in un paese altamente sviluppato come il nostro bel paese, episodi del genere dovrebbero essere evitati attraverso la prevenzione: documenti attesterebbero alcune segnalazioni attestanti la precarietà del ponte già a partire dagli anni ’80.

Tuttavia per motivi ancora da verificare le segnalazioni fatte non sono state ascoltate e tra esse vi era anche la perizia dell’Ingegnere progettista del ponte che tra righe scriveva: «Le lesioni trasversali riscontrate sul ponte e in particolare sulla pila 9 fanno diminuire la sicurezza e la stabilità».

È però molto importante ricordare che all’inizio degli anni 90 furono fatti interventi sugli stralli del pilone n. 11 ma per la sistemazione degli stralli dei piloni 9 e 10 i lavori sarebbero dovuti iniziare soltanto nel settembre prossimo: adesso, però, tutto questo sembra non contare perché si parla soltanto dei 43 morti che il crollo della parte che sarebbe dovuta essere ristrutturate ha provocato e della poca importanza che a volte viene data alla sicurezza dei cittadini.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi