Genitori Di Lello: Fabio stava male, doveva ricoverarsi in una struttura

Il tragico epilogo di una vicenda altrettanto tragica si è verificato qualche settimana fa, quando Fabio Di Lello, l’uomo che si è visto uccidere sua moglie Roberta, ha deciso di farsi giustizia da solo, uccidendo a sua volta, con diversi colpi di pistola, l’assassino della sua amata, Italo D’Elisa.

Genitori Di LelloI funerali del giovane – che comunque stava “pagando” la morte causata alla donna, con atroci sofferenze e sensi di colpa, tra pianti e difficoltà di continuare a condurre una vita “normale” – si sono svolti la settimana scorsa, mentre Fabio Di Lello, in carcere, durante l’interrogatorio di garanzia è rimasto quasi del tutto impietrito di fronte alle domande. Secondo i legali, l’uomo sta male, piange in continuazione ed è pentito di ciò che ha fatto, un gesto che non era riuscito ad evitare e con il quale probabilmente sperava di avere giustizia per la morte della donna che amava. In isolamento, guardato a vista, Di Lello ha oggi un animo fragile, e potrebbe commettere una sciocchezza: interrogati anche i genitori Di Lello, hanno dichiarato che l’uomo stava molto male, dopo la morte della moglie, e che loro avrebbero a lungo insistito affinché si facesse ricoverare per provare a superare, insieme ad una equipe di psichiatri, un lutto così grande e doloroso.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi