Caso Yara: si richiede perizia sulla felpa, è giallo

caso YaraPotrebbe essere nuovamente ribaltato il caso Yara: la morte della tredicenne di Brembate Di Sopra, per la quale è stato accusato e sta scontando tutt’oggi la sua pena il muratore di Mapello, Massimo Bossetti, potrebbe infatti essere ancora protagonista sui giornali. Come un giallo che non ha mai fine: infatti, proprio di recente è stata fuori la necessità di una nuova perizia sulla felpa indossata dalla ragazzina, una felpa di cui aveva già presentato una relazione medico-legale Cristina Cattaneo, medico anatomopatologa che vi lavorò per mesi, da fine febbraio ad inizio agosto 2011.

Stando a quanto è emerso dal settimanale Oggi, pare infatti che sulla felpa della ragazzina vi possa essere la prova che il corpo non sia rimasto per mesi sul campo di Chignolo D’Isola, dove poi venne ritrovato successivamente: infatti, sulla felpa non sono presenti le lacerazioni esterne – ovvero le lesioni tafonomiche – e la polvere di ossido di calcio, che invece si trovano sul piumino e sugli altri indumenti indossati dalla tredicenne. E questo potrebbe voler significare solo una cosa: ovvero che, quando Yara scomparve, potrebbe non essere stata direttamente abbandonata sul campo, ma altrove. E che il suo corpo possa esser stato quindi abbandonato in quello scenario alcuni mesi successivi.

Tags:

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi