Caso Maurantonio, proseguono le indagini

Caso Maurantonio: proseguono senza sosta le indagini sul caso di Domenico Maurantonio, il 19enne padovano che, nella notte del 10 maggio scorso, precipitò dalla finestra del quinto piano dell’hotel Da Vinci di Milano nel quale alloggiava con i suoi compagni di classe.

Caso MaurantonioAd oggi, venerdì 25 settembre 2015, non sono state ancora definite le dinamiche della morte del ragazzo: sul caso Maurantonio, infatti, vi è ancora un’ombra e non è ancora stato possibile nemmeno chiarire se il ragazzo sia deceduto per circostanze volontarie (ovvero, se abbia volontariamente deciso di uccidersi gettandosi dalla finestra dell’albergo) oppure per mano di qualcun altro.

Al momento, le uniche valutazioni che è stato possibile fare riguardano alcuni strani comportamenti del ragazzo, che poco prima di morire si è lavato i capelli, per poi uscire dalla camera in cui avrebbe dormito con alcuni dei suoi compagni di classe senza portare con sé il badge. Tutti elementi molto strani, che, insieme al fatto che Domenico aveva dimenticato il pass per l’Expo di Milano sul pullman, il giorno prima della sua morte, lasciano pensare che il ragazzo stesse già meditando un suicidio.

Ma quali motivi poteva avere Domenico per uccidersi? Secondo i genitori, nessuno: Domenico era un ragazzo normale, senza grilli per la testa, senza particolari conflitti con la famiglia o con gli amici.

Si attendono quindi ulteriori sviluppi per cercare di dare una risposta ad una situazione così delicata.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi