Caso Maurantonio: non è ancora chiusa la vicenda

Il caso Maurantonio non è ancora chiuso: a distanza di qualche settimana dall’udienza, che era stata fissata per la fine di questo mese, potrebbero esserci nuovi colpi di scena in merito alla morte del giovane studente che era precipitato da un hotel di Milano, nella notte del 10 maggio 2015.

caso MaurantonioIl giovane si trovava in gita scolastica a Milano insieme ai suoi compagni di scuola: l’Ippolito Nievo di Padova – da egli stesso frequentato – aveva infatti organizzato una gita per consentire ai giovani studenti di vedere con i loro occhi Expo Milano. Ma alla vigilia di quella gita in Expo, qualcosa è andato storto, per quella classe: Domenico, dopo aver trascorso la serata con i suoi amici e compagni, e dopo aver bevuto ed essersi divertito con loro, è andato in camera da letto che condivideva con due dei suoi amici, si è lavato i capelli, ha lasciato in badge in camera ed è andato in corridoio. Qui, si è affacciato alla finestra del quinto piano di quell’hotel, ed è infine precipitato nel vuoto: i compagni di scuola hanno sin da sempre sostenuto la tesi della caduta accidentale, ma i genitori del ragazzo hanno sempre chiesto maggior chiarezza. Cosa sarà accaduto davvero?

Il gip aveva negato, recentemente, una nuova perizia sulla caduta di Domenico, sostenendo che essa fosse sopraggiunta in maniera accidentale. Adesso, però, le cose potrebbero cambiare: il gip, infatti, potrebbe decidere di accogliere la richiesta dei familiari del ragazzo di non chiudere le indagini e di approfondire i punti che, secondo i genitori di Domenico, non sono stati adeguatamente chiariti.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi