Bossetti in carcere professa ancora la sua innocenza

Bossetti in carcere continua a difendere a spada tratta se stesso e la sua innocenza. Il muratore di Mapello, accusato di essere stato l’autore dell’omicidio della tredicenne di Brembate di Sopra (che, in quella sera del 26 ottobre, aveva rapito ed infine ucciso Yara, lasciandola morire nel campo di Chignolo d’Isola in cui venne ritrovata qualche mese dopo), continua a professare la sua innocenza e dichiara che non confesserà mai qualcosa che non ha mai fatto.

Bossetti in carcereDa due anni in carcere, sull’uomo sono stati spesso accesi i riflettori dei media e dei giornalisti che non hanno mai smesso di puntare l’attenzione sul suo comportamento e sulle azioni di cui è stato accusato. Il Pm, Letizia Ruggero, ha comunicato qualche settimana fa il suo responso, che è quello di condanna all’ergastolo e sei mesi di isolamento diurno per l’omicidio della tredicenne.

Ma Bossetti in carcere da due anni continua a dichiarare di non aver mai ucciso Yara, e di essere stato incastrato: l’uomo, nel corso dell’ultima udienza del processo, ha infatti dichiarato che non confesserà “mai e poi mai” per un efferato gesto che non ha commesso e per il quale si trova in prigione dal 16 giugno 2014. Due anni di sofferenza e di prigionia, che Bossetti sicuramente non dimenticherà, qualunque sia la sua posizione in merito all’omicidio di Yara.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi