Batterie esplosive, Samsung testava in laboratorio proprio

Le batterie esplosive del Samsung Galaxy Note 7 rappresentano una delle ultime novità negative della nota azienda coreana produttrice di smartphone e dispositivi elettronici: un errore, quello relativo all’esplosione delle batterie dei telefoni intelligenti, che ha portato conseguenze importanti, dal punto di vista economico e non solo, per la Samsung, che dovrà rimborsare i suoi clienti.

batterie-esplosiveMa qual è la motivazione relativa a questo problema? Secondo quanto indicato anche dal wall Street Journal, pare che il Samsung Note 7 sia stato testato, anche dal punto di vista della resa delle batterie, in un laboratorio di proprietà stessa dell’azienda coreana, in base ad una pratica che sarebbe servita, senza dubbio, a smaltire le spese eccessive: una pratica che spesso viene effettuata per evitare di incrementare troppo i costi, e che non è così comune in altri produttori. Infatti, è solo la Samsung a testare in maniera autonoma le batterie: è qui che potrebbe celarsi, a questo punto, il gap?

Secondo quanto è emerso, però, dalle ultime informazioni, pare che in laboratorio non fosse stata identificata alcuna problematica sulla batteria del noto dispositivo, ma molti utenti hanno invece verificato che la batteria si surriscaldava fino ad incendiarsi. È così che, infine, l’azienda ha dovuto prima richiamare gli utenti del dispositivo, sostituendone la batteria, e poi sospendere la produzione del telefono.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi