Antibiotici su animali: un fenomeno sempre più diffuso

Un fenomeno sempre più diffuso, e che molto presto rischia di diventare anche un vero e proprio danno per l’essere umano, è quello relativo all’uso massiccio di antibiotici su animali, specialmente negli allevamenti intensivi in cui l’uso del farmaco si rende spesso necessario per evitare la morte prematura dell’animale, a causa delle cattive condizioni in cui viene allevato.

antibiotici-su-animaliSecondo quanto emerge, tra l’altro, dal recente rapporto dell’Agenzia Europea per i Medicinali, l’Italia risulta rientrare tra i paesi che maggiormente consumano ed utilizzano antibiotici negli allevamenti dell’Unione Europea. La motivazione è molto semplice: infatti, l’uso del farmaco è necessario per evitare che gli animali, allevati in condizioni spesso al di fuori del normale e dell’accettabile – pertanto in condizioni igieniche e sanitarie discutibili – possano andare incontro a morte certa, prima della loro macellazione.

L’uso massiccio degli antibiotici rappresenta però un sostanziale pericolo, non solo per l’animale, ma anche per l’essere umano: infatti, è noto che la resistenza agli antibiotici che si perpetua nell’essere umano, potrebbe avere origine anche in questa particolare situazione, che potrebbe mettere a rischio anche l’uomo e la sua capacità di affrontare, fisiologicamente, virus e batteri. Urge, quindi, un controllo più ristretto ed efficace per riportare la situazione ad un livello ottimale.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi