Annidamento endometrio: ecco come funziona questo processo

Annidamento endometrio: il processo che ha una durata di circa una settimana e che può determinare una leggera perdita di sangue, facilmente confondibile con il flusso mestruale

Annidamento endometrioNel corso delle settimane successive al concepimento, quando ancora la donna non può sapere se è rimasta incinta, possono verificarsi alcune leggere perdite ematiche, di sangue che in genere è leggero, rosso vivo oppure scuro, che non comporta alcun dolore. Poiché queste perdite si presentano principalmente nel periodo in cui si dovrebbe avere il flusso mestruale, accade sempre più spesso di pensare di non essere incinta proprio perché queste perdite vengono scambiate per mestruazioni.

Il modo in cui esse si presentano, però, e la quantità e durata del sangue, lasciano immaginare che non si tratta di mestruazioni, ma del normale processo di insediamento – detto tuttavia annidamento – dell’embrione all’interno dell’endometrio, la mucosa che riveste l’utero.

Questo processo che è del tutto normale – anche se non sempre si presenta con queste modalità e talvolta non provoca invece alcun sanguinamento – ha una durata di circa una settimana e, come è detto, può essere molto simile al flusso mestruale tanto da essere confuso con esso: devono far riflettere alcuni campanelli, come ad esempio il fatto che si tratti di un flusso leggero, e senza alcun dolore.

 

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi